Vitamine in acqua minerale

la nutrizionista Paola Camoletto


CONSIGLI PER TE

Vai all'archivio
13 settembre 2017

Ripartire al meglio dopo l’estate

Rientrare dalle vacanze estive è per tutti un trauma, sia che si tratti di riprendere a studiare o di tornare al lavoro. Non dobbiamo sentirci inadeguati perchè la “sindrome da rientro” esiste davvero e spesso ci rende stanchi mentalmente e fisicamente. Le giornate trascorse in compagnia di amici e nei luoghi di villeggiatura sono difficili da dimenticare, soprattutto nei primi giorni dopo il rientro. Spesso, causa i troppi aperitivi e i pasti fuori casa, abbiamo acquistato qualche chilo di troppo. Come fare allora per ripartire al meglio e magari perdere subito i chili presi e ridurre al massimo il carico di stress dei primi giorni?

Dal punto di vista dell'alimentazione vale la pena seguire inizialmente una dieta equilibrata e disintossicante.

Probabilmente durante le vacanze abbiamo abusato degli zuccheri (carboidrati), principalmente presenti negli alcolici, nelle pizze e nei primi ben conditi dai ristoratori. Basterà ridurre il più possibile questi alimenti affinchè a fine giornata il conteggio calorico si riduca rispetto al periodo appena trascorso. E' comunque fondamentale continuare a introdurre i carboidrati, diete prive di questi essenziali macronutrienti non farebbero altro che abbassare ancora di più i nostri sintomi di stanchezza. Dal punto di vista dietetico sarebbe meglio assumerli a colazione mangiando un paio di fette di pane o cereali integrali, e ricavarli dalla frutta e la verdura durante gli altri pasti principali. Frutta e verdura dovrebbero sempre essere assunti in notevole quantità, aiutano a depurarsi al meglio e ad assumere diverse vitamine e polifenoli importantissimi in questo periodo di “ripartenza”! Il consiglio è di non farsi mancare gli spuntini a base di frutta e assumere dei bei piatti di verdure crude o cotte a pranzo e cena. Frutta e verdura possono anche essere assunti sotto forma di centrifugati ed estratti, sempre più utilizzati anche nei bar e nelle mense aziendali. Grazie infatti al loro alto contenuto di vitamine antiossidanti e molecole detossificanti permettono di stimolare gli organi emuntoriali come il fegato, pancreas e reni, e ripartire al meglio. Tra le vitamine sicuramente non debbono mancare le vitamine del gruppo B, quelle che maggiormente ci aiutano a “dare la carica” e gestire lo stress. Le vitamine, infatti, non forniscono calorie ed energia, ma permettono al cibo che mangiamo di essere correttamente metabolizzato e trasformato in energia. In particolare le vitamine del gruppo B sono quelle più utili per il metabolismo muscolare e del cervello. Le vitamine del gruppo B si possono trovare nei cereali integrali, nella frutta secca, nelle verdure a foglia verde, nei legumi e nel pesce. Oltre ai carboidrati e alle vitamine, anche le proteine debbono essere presenti ad ogni pasto, già a partire dalla colazione. Infine per depurarsi è bene assumere tanta acqua, sorseggiata durante tutto l'arco della giornata, e bere qualche tisana depurativa prima di andare a dormire può anche essere un buon aiuto.

Certamente l'alimentazione può aiutarci ma non dimentichiamo di considerare anche di riprendere il prima possibile a fare attività fisica, un approccio integrato di dieta e attività fisica rimane infatti uno dei migliori sistemi per gestire lo stress.

Vediamo ora un menù di esempio e quali cibi scegliere:

Colazione: per colazione scegliere un mix di frutta come uva –ricca di antiossidanti, utile per disintossicare il fegato, che depura e dà energia-, fichi freschi –contengono zuccheri semplici e fibre che insieme a potassio, calcio e vitamine del gruppo B li rendono un vero integratore per la stanchezza- e mandorle –ricche di calcio, magnesio, vitamine E e vitamine del gruppo B, oltre che grassi omega3 e 6 particolarmente utili per il sistema nervoso e la memoria. Alla frutta aggiungere uno yogurt e 2 pugni di cereali integrali, particolarmente ricchi di vitamine del gruppo B.

Spuntino: un frutto a scelta.

Pranzo: iniziare sempre il pranzo con un abbondante piatto di verdure crude. Un piatto di insalata a foglia verde, cipollotto e peperoni crudi tagliati fini con aggiunta di semi di girasole o zucca è un ottimo starter di vitamine e sali minerali. E' fondamentale masticare bene per digerire bene, non avere problemi di intestino dovuti alle fibre, ma soprattutto per raggiungere prima la sazietà e non appesantirsi. A seguire si può mangiare una frittata di spinaci (appena sbollentati, per non perdere le proprietà, o da mangiare crudi come contorno) con una fettina di pane. Gli spinaci sono ricchi di magnesio, rame, ferro e calcio oltre che vitamine del gruppo B.

Merenda: un frutto a scelta.

Cena: crema di verdure come porri –ottimi diuretici e disintossicanti- e carote, con aggiunta di ceci o lenticchie in crema o intere -fonti di vitamine del gruppo B. A seguire un abbondante piatto di verdure grigliate come zucchine e melanzane con una spolverata di curcuma, importantissimo antiinfiammatorio naturale, e un pesce (meglio se azzurro) al forno.

Ricordiamoci sempre che, anche in periodi di stress, non dobbiamo smettere di coccolarci con il cibo e trarne beneficio, anche una dieta ben gestita infatti può essere un piacere!

DUBBI SULL’ALIMENTAZIONE?

LA DOTT.SSA CAMOLETTO
È A TUA DISPOSIZIONE.

Fai una domanda

domande e risposte

Ogni settimana la nutrizionista chiarirà
i tuoi dubbi in tema di alimentazione.

Leggi tutte le domande

Archivio

Tutti gli editoriali della nutrizionista